SEZIONI NOTIZIE

L'ex SuperPippo Inzaghi guida il Benevento in Serie A

di Redazione Tuttoveneziasport
Vedi letture
Foto

Se c'è un volto da scegliere come quello più emblematico della fantastica stagione del Benevento, culminata con la matematica promozione di questa sera, è senza dubbio quello di Filippo Inzaghi.

Il tecnico piacentino dopo l'esperienza in chiaroscuro in Serie A a Bologna ha scelto per la prima volta in carriera (fra calciatore e allenatore) di sposare una piazza del sud, ambiziosa e calorosa come quella di Benevento. E la scintilla è scoccata immediatamente.

Sul piano ambientale, infatti, Inzaghi non ha avuto problemi nel trovare la giusta sincronia con una tifoseria che nelle ultime stagione, grazie alla gestione di Oreste Vigorito, ha vissuto una vera e propria escalation dai campi della Lega Pro ai palcoscenici della massima serie. Sul piano societario, poi, il feeling è stato altrettanto semplice, soprattutto con il ds Pasquale Foggia, con il quale ha costruito una squadra completa e competitiva.

Ma è sul campo, di gara o di allenamento non fa differenza, che SuperPippo ha dimostrato di essere un tecnico vero, riuscendo a trasmettere quella cattiveria agonistica e quella voglia di vincere che lo avevano contraddistinto nel suo percorso da centravanti. Avendo a disposizione un collettivo di grande qualità ed esperienza Inzaghi ha saputo gestire la competizione all'interno dello spogliatoio dando spazio ai risultati sul campo. A prescindere da chi calca il rettangolo verde, infatti, il rendimento dei giallorossi non è mai cambiato. Pochissimi cali di tensione e picchi di rendimento che faranno la staria della Serie B.

Inzaghi si è dunque dimostrato un grande gestire dello spogliatoio. Sulla scia di quanto vissuto da calciatore alle dipendenze di allenatore del calibro di Carlo Ancelotti e Marcello Lippi che a cavallo del nuovo millennio seppero vincere tutto in Italia e nel Mondo.

Adesso, però, è arrivato il momento più complicato. Quello dello step decisivo: dimostrare di poter competere anche in Serie A. Le avventure col Milan prima e col Bologna poi lo hanno visto navigare fra difficoltà probabilmente eccessive per la sua limitata esperienza. A Benevento avrà invece modo di misurarsi con la massima serie in piena tranquillità, imparando anche a valorizzare meglio i giovani talenti su cui costruire il futuro del club sannita.

Altre notizie
Domenica 05 luglio 2020
23:22 Gli ex Seconda sconfitta per l'ex Zenga al Cagliari dopo la striscia positiva 18:20 Focus Venezia-Empoli, TOP&FLOP, Lezzerini salva, Vacca e Firenze spaesati 17:59 Umana Reyer È un 1+1 il contratto con la Reyer firmato da Lorenzo D'Ercole 17:34 Primo Piano La prima sconfitta senza Aramu, davanti il Venezia può essere prevedibile 17:01 L'avversario CREMONESE - Media punti da metà classifica con Bisoli
PUBBLICITÀ
16:40 Gli ex Zampano: "Interessi dalla B, ma vorrei tanto continuare a Cesena" 13:47 Notizie Kragl salterà Benevento-Venezia per squalifica, ok i Leoni
Sabato 04 luglio 2020
18:46 Gli ex Udine vuole Giuri, il play deve uscire dal contratto con Caserta 18:32 Gli ex Filloy e Pesaro, sportivamente vicini, economicamente lontani 18:09 Focus L'errore di Vacca costa tantissimo contro l'ottimo Empoli 17:39 Notizie Molinaro ko per infortunio, accertamenti nelle prossime ore 17:01 Focus Felicioli negativo al tampone, ora test per il rientro in squadra 16:43 Primo Piano Il decalogo post Venezia-Empoli, Mancuso nemesi, buona fortuna Moli! 13:26 Notizie CdV - "Stop alla striscia positiva. Ora la difficile sfida con il Benevento" 13:23 Umana Reyer I sostenitori della Reyer hanno scelto: ecco la divisa 2020/21! 13:15 Focus Vidmar: "Venezia città con la cultura del basket. Orgoglioso di farne parte" 13:14 Umana Reyer UFFICIALE: Vidmar rinnova per un altro anno con la Reyer 10:04 Editoriale Troppo Empoli per questo VeneziaMestre 08:00 Notizie Le pagelle di TMW - Bocciati Molinaro, Vacca e Firenze, bene Lezzerini 00:54 Notizie I risultati della B: debacle Benevento, notte fonda Juve Stabia