Casarin: "Daye sta giocando più per la squadra, Tonut ha qualità da vendere, vogliamo arrivare secondi. Staremo attenti per un possibile sostituto di Washington"

di Davide Marchiol
Vedi letture
Foto

Il presidente dell'Umana Reyer Venezia, Federico Casarin, ha parlato alla stampa dopo la vittoria su Milano, queste le dichiarazioni riprese dalla Nuova Venezia, partendo con un commento sulla differenza di rendimento tra casa e trasferta: "Non parlerei tanto di rendimento esterno e interno. Il nostro obiettivo è di giocare a pallacanestro e far felici tutti i nostri tifosi che vengono al Taliercio per vederci vincere. Contro Milano è stato un successo di squadra. Abbiamo dimostrato di essere consapevole dei nostri mezzi. Tutto il roster sta crescendo sia in qualità tecniche che atletiche, tutti s’impegnano negli allenamenti al 110% e i risultati si sono visti nelle ultime gare, compresa anche quella al Taliercio contro i russi del Novgorod. Ora ci mancano otto impegnative partite, che ci dovranno garantire la miglior posizione possibile nei playoff".

Obiettivo secondo posto in campionato: "Vedremo di riuscirci, finora abbiamo 32 punti e ciò dimostra che la Reyer si è comportata egregiamente. Sicuramente cercheremo di raggiungere i playoff con la migliore posizione possibile per avere la possibilità di giocare l’eventuale bella al Taliercio. Tutte le sfide nascondano insidie: affronteremo Avellino, Cremona, Brindisi e Varese che hanno l’obiettivo di finire tra le prime quattro, Brescia, Trieste e Cantù, che cercano di entrano nei playoff e Reggio Emilia, che lotta per la salvezza. Non ci sono partite dal pronostico scontato e in questo sta proprio la bellezza del campionato italiano".

Daye è in miglioramento, mentre Tonut sta confermando come questo sia il suo anno: "Austin ha giocato per la squadra, ha lavorato molto bene in difesa e a rimbalzo e ha smistato sette assist, Stefano ha qualità da vendere e, proprio per questo, la società è stata lungimirante facendogli firmare un contratto a lungo termine. Gli auguro di essere convocato per i prossimi Mondiali in Cina. Giocare in nazionale è il coronamento per ogni atleta".

Dall'altro Haynes e Vidmar stanno facendo fatica: "A Bologna e contro Sassari Marquez ha disputato due ottime gare. Al Forum e in Coppa non abbiamo visto il migliore Marquez, ma resta il leader dello spogliatoio ed è il primo a essere dispiaciuto quando non rende secondo il suo talento. A Milano Vidmar non ha giocato perchè il coach ha provato, a livello tecnico-tattico, una pallacanestro un po’ diversa sotto le plance, ma Gasper è un ragazzo d’oro che darà il suo contributo al momento opportuno. Quello che mi preme sottolineare è che la squadra è fatta da un gruppo coeso di 14 giocatori. Vorrei spendere una parola per Kyzlink che, nonostante abbia giocato pochissimo, è il primo ad arrivare a tutti gli allenamenti".

L'infortunio di Deron Washington: "Il suo infortunio ha scombussolato un po’ i nostri piani. A tal proposito gli faccio gli auguri perché ieri si è operato. Per quanto riguarda il mercato stiamo sempre con le antenne ritte per trovare una soluzione con determinate caratteristiche tecniche che si integri
nella squadra".


Altre notizie