Il Poliambulatorio Antalgik Mestre sponsor del Venezia FC per l’intera stagione 2018/19

di Davide Marchiol
Fonte: www.veneziafc.it
Vedi letture
Foto

Il “Venezia FC” ha un nuovo sponsor: il Gruppo Monti Salute Più e Venezia F.C. hanno il piacere di comunicare la partnership ufficiale che vedrà il Poliambulatorio Antalgik Mestre al fianco del Club Arancioneroverde per tutta la durata della stagione sportiva 2018/19.

Quest’anno, lo storico Club ha sottoscritto un accordo con il centro Antalgik Mestre, appartenente al Circuito della Salute Più dal 1976 e convenzionato con il Servizio Sanitario Nazionale. Nel 2018, dopo un importante lavoro di ristrutturazione e ampliamento dei servizi, il Poliambulatorio Antalgik diventa un centro dedicato alla salute, al benessere e alla longevità in ogni sua forma con prestazioni all’avanguardia, grazie alla medicina di funzione che, con i suoi 6 presidi di cure rigenerative e funzionali potenzia la salute, rende gratificante l’anzianità e centenaria la longevità. Il centro ha sede in via Poerio 16, dirimpetto al canale Marzengo e a pochi passi dal nuovo Museo del Novecento, in un edificio storico del XVI secolo. Tra le novità c’è la realizzazione di un intero piano dedicato alle cure “Salute Più”: dalla sauna per la “termogenoterapia”, al bagno di vapore per pulire bronchi e bronchioli, dalla crioterapia, alla massoterapia con prodotti innovativi come le proteine della seta. Oltre alla Fiosiokinesiterapia (riabilitazione attiva o passiva, cure manu medica, cure strumentali), cuore della proposta è il Centro di cure rigenerative e longevità.

Un sodalizio quello tra Antalgik Mestre e Venezia F.C. dettato dall’attenzione rivolta da sempre dal Gruppo Monti Salute Più alla salute, al benessere e di conseguenza al mondo dello sport.

Federico Monti, Presidente CDA Gruppo Monti Salute Più, afferma: “Il nostro gruppo di poliambulatori e terme è partner di squadre di calcio di serie A e di pallacanestro, e ospita numerose formazioni, anche giovanili in ritiro al Villaggio della Salute Più. Per noi questa collaborazione è un ulteriore segnale di radicamento nel territorio e cura nei confronti della cittadinanza”.


Altre notizie