SEZIONI NOTIZIE

Next Gen Cup: l'Under 18 maschile della Reyer viene sconfitta nell' andata dei quarti di finale dalla Fortitudo Bologna, nel remake match di domani si giocherà per la semifinale

di Alberto Bison
Vedi letture
Foto

Si torna a parlare di Next Gen Cup, la coppa Italia under 18. L’under 18 orogranata torna in campo dopo la fase di qualificazione del Next Generation Tournament disputato nello scorso weekend, dove ha affrontato i pari età di Nanterre, Zaragoza e Zalgiris Kaunas.
Questa mattina la Reyer di coach Buffo che si è qualificata per la fase finale della competizione, ha affrontato nell’andata dei quarti di finale la Fortitudo Bologna. La sfida si è disputata nella Palestra Nord della Vitrifrigo Arena di Pesaro. 
Domani mattina le due squadre torneranno ad affrontarsi nel ritorno dei quarti di finale, la squadra che si qualificherà alla semifinale sarà quella che al termine delle due sfide avrà la differenza canestri a proprio favore.

Cronaca del match: 
Nel primo quarto parte nettamente meglio Bologna che nei primi due minuti costruisce subito un vantaggio sul parziale di 7-0. La Reyer interrompe il parziale di Bologna grazie a 2 punti di Possamai. Dopo i primi cinque minuti di gioco la Fortitudo riprende a martellare trovando il massimo vantaggio +15. Gli orogranata tornano due volte sul -10 soprattutto grazie a Candotto che realizza 8 punti in questo quarto. Gli emiliani tornano ad aumentare il ritmo chiudendo il primo quarto sul parziale di (25-13).

Il secondo quarto si apre sempre nel segno di Candotto che in contropiede realizza 2 punti. Per due minuti le difese contengono molto bene gli attacchi che non riescono a segnare. A cinque minuti dall’intervallo il punteggio lievita, con i giovani orogranata che recuperano qualche punto sul punteggio di (35-25). A 120 secondi dalla fine del quarto la Reyer realizza 4 punti consecutivi con Casarin e Possamai e ricuce il suo svantaggio sul -7. All’ intervallo lungo Bologna ritrova un buon margine di vantaggio grazie alla tripla sulla sirena di Giacomi (47-33). 

Terzo quarto: Casarin apre le marcature finalizzando con 2 punti un’ ottima penetrazione. Nei primi due minuti di gioco segna solo Casarin 4 punti, Berdini perde una bruta palla e Niang può realizzare in contropiede, ma sul ribaltamento di campo Berdini si riscatta subito realizzando 3 punti che permettono alla Reyer di ricucire fino al momentaneo -9. La Fortitudo torna ad alzare il ritmo e a metà del quarto trova il massimo vantaggio (62-46). Dopo 8 minuti di gioco la Fortitudo trova il massimo vantaggio (67-49) con 2 punti in penetrazione di Buscaroli. Al trentesimo minuto il punteggio (69-55) sorride nettamente ai ragazzi emiliani, ma la Reyer è riuscita a non far lievitare il suo svantaggio pareggiando 22-22 il parziale del terzo quarto.

Quarto quarto: il punteggio viene sbloccato da Battilani che realizzando 1/2 dalla lunetta riporta la Fortitudo sul +15. A soli cinque minuti dal termine i giovani bianco blu sembrano in grado di controllare la partita visto che il vantaggio resta invariato +15. In questa prima parte dell’ultimo quarto gli attacchi faticano a produrre punti, il merito è tutto delle difese che hanno alzato notevolmente il ritmo. A tre minuti dalla fine i giovani leoni trovano il -10 grazie all’ottima tripla di Biancotto. La Reyer riapre la partita sul (76-75) a soli 90 secondi dal termine grazie ad una super prestazione di squadra, i giovani Leoni costruiscono un paio di azioni che permettono a Possamai di schiacciare più volte il pallone all’interno del ferro. I Leoni ritrovano anche grande precisione dall’arco con le triple di Biancotto e Candotto. Nell’ultimo minuto di gioco l’attacco orogranata s' inceppa ma Bologna fatica a realizzare segnando solo dalla lunetta. La partita si conclude sul punteggio di (79-75). Domani mattina ci sarà il remake della sfida che sarà decisivo per il passaggio alle semifinali dei ragazzi di coach Alberto Buffo.

Tabellino Fortitudo Bologna: Battilani 4, Binasco 2, Branchini 0, Franco 6, Longagnani 6, Prunotto 11, Tornimbeni 2, Giacomi 13, Niang 6, Segala 4, Ghigo 8, Buscaroli 17.

Tabellino Umana Reyer: Candotto 19, Berdini 7, Casarin 16, Biancotto 11, Bolpin 2, Cravero 0, Chapelli 0, Bellato 3, Possamai 14, Kovacs 0, Kiss 1, Grani 2. 

Altre notizie
Martedì 18 Febbraio 2020
19:07 Focus Niederauer nuovo presidente: "Vogliamo continuare a lavorare per il bene del Venezia" 19:05 Primo Piano La nuova governance del Venezia 12:10 Notizie Serie B, la classifica. Benevento a +17. Spezia e Frosinone al 2° posto 12:08 Primo Piano Nuovo stadio, si fa strada l'ipotesi "Ponte della Libertà" 11:13 Notizie Sconfitta casalinga per il Venezia FC Femminile
PUBBLICITÀ
11:09 Calciomercato Longo deve rinnovare con l'Inter per poter restare al Venezia
Lunedì 17 Febbraio 2020
22:06 Primo Piano La Coppa Italia è finalmente della Reyer 22:03 Primo Piano Modolo: "Potevamo fare qualcosa di più contro l'Entella. Sfida col Pisa importante, ma non decisiva" 15:09 Focus Capello: "Gli episodi non stanno girando a nostro favore" 10:12 Giovanili L'Under 18 orogranata vince la Next Gen Cup. Reyer-Reggio Emilia (62-59) 08:00 L'avversario Brindisi, Vitucci: "Due finali consecutive sono motivo d'orgoglio, amarezza ovviamente per averle perse entrambe" 07:00 Focus De Raffaele: "Una grande Coppa Italia, vinta grazie al gioco fatto in difesa"
Domenica 16 Febbraio 2020
23:48 Pagelle Le pagelle di Reyer Venezia-Brindisi (73-67). La Reyer batte Brindisi e conquista la Coppa Italia 23:20 Umana Reyer La Reyer vince la Coppa Italia, le parole di Cerella: "Vinto grazie alla solidità difensiva" 22:43 Umana Reyer La Reyer vince la Coppa Italia, le parole di Tonut: "Noi ci siamo" 21:20 Umana Reyer La Reyer vince la Coppa Italia, le parole di Mazzola: "La vittoria in un momento difficile è ancora più bella" 21:16 Umana Reyer La Reyer vince la Coppa Italia, le parole di Watt: "Finalmente" 17:30 Primo Piano LIVE COPPA ITALIA - Reyer-Brindisi (73-67) La COPPA ITALIA è Orogranata. Fine del match 16:04 Notizie Aramu: "Ci pesa non fare bottino pieno in casa, c'è rammarico" 16:03 Notizie Longo: "Due punti persi, Aramu mi ha lasciato battere il rigore"